Matera 2019

Ivana Burello
Ivana Burello
Ivana Burello
Ivana Burello

I quadri di Ivana Burello nella capitale europea della Cultura

Le Fondazioni Sassi e Francesca Divella di Matera scelgono l’artista udinese per un’iniziativa a sostegno della ricerca contro i tumori. Inaugurazione il 22 giugno.  La collaborazione del maestro fotografo Gianni Strizzolo che esporrà alcune immagini ispirate ai GIRASOLI simbolo della fondazione Francesca Divella e sarà protagonista nella performance di pittura con l artista  al museo.

In occasione dei numerosi eventi che la capitale europea della cultura sta ospitando da mesi, si inserisce anche quello della Fondazione Francesca Divella che, dedicata alla giovane imprenditrice scomparsa nel 2016 per un male incurabile, si prefigge di sostenere le attività di ricerca e cura contro i tumori, anche in collaborazione con numerosi istituti scientifici internazionali. Il progetto per Matera si dirama, dunque, su quattro direttrici: prevenzione, supporto, cultura solidale e informazione. 

Per quanto riguarda la cultura, fiore all’occhiello sarà proprio la mostra dell’artista udinese Ivana Burello che inaugurerà il 22 giugno alla Fondazione Sassi con il titolo: “Lo sguardo di Francesca”. La vernice, che durerà fino al 29 arricchita da performance e visite guidate, ricorda la vita della Divella attraverso un percorso pittorico suggestivo. «Una storia da scrivere – come dice la Burello – da colorare, da incidere, da trasformare attraverso simboli nascosti in un paesaggio di pietra che continua a parlare di una delle donne più amate a Matera». 

Dipingere la biografia dei sentimenti, delle gioie, delle aspettative e infine, del dolore e della dignità. Colorare una vita passo dopo passo, immortalarne la fiamma, l’umanità più nuda, la meraviglia. Ma c’è di più. La mostra vuole anche essere il segno materico, acceso, forte, graffiato e solidale, dell’impegno possibile di tutti noi nella lotta contro i tumori. Questo il mandato per la pittrice friulana, un’impresa inedita, una sfida difficile che soltanto un’artista dotata di grande empatia poteva accettare. Inoltre ci sarà la collaborazione del maestro fotografo Gianni Strizzolo che esporrà alcune immagini ispirate ai GIRASOLI simbolo della fondazione Francesca Divella e sarà protagonista nella performance di pittura con l artista il 24 giugno al museo.

Leave a Comment