Life is now

Le tue mani

Per un attimo ho un ricordo per sempre.

ILLUMINAZIONE TRICOLORE SULLA LOGGIA DI SAN GIOVANNI

 

UDINE- Loggia di San Giovanni è stata illuminata con il tricolore  in segno di sostegno alla popolazione friulana in questo momento di emergenza. Era presente l’Assessore al turismo e grandi eventi Maurizio Franz. 

Testimonials

  • Rinnovati i servizi fotografici

    Fotografo per battesimo

    Fotografo per book

    Fotografo per eventi

    Video commerciali

    Fotografo per feste

    Fotografo per eventi

    Video eventi

  • Giulietta e Romeo a Udine

    Nel lontano 1500 Lucina e Luigi si amarono…. Poi Shakespeare parlò di Giulietta e Romeo. I due amanti non erano veronesi…  erano friulani della famiglia Savorgnan e Del Torre. Si incontrarono a Udine ad una festa di carnevale in un noto palazzo. Ripristiniamo la verità incontrandoci martedì 15 ottobre alle ore 18,00 presso la redazione di Udineselife.it in Via Aquileia, 49 a Udine.

  • Il Friuli tra ghiaccio e neve

    MOSTRA DI FOTOGRAFIA D’ARTE DI GIANNI STRIZZOLO “IL FRIULI TRA GHIACCIO E NEVE“

    INAUGURAZIONE MARTEDÌ 7 MAGGIO 2019  ORE 18:00 FINO AL 9 GIUGNO

    MOSTRA DI FOTOGRAFIA D'ARTE DI GIANNI STRIZZOLO “IL FRIULI TRA GHIACCIO E NEVE“ INAUGURAZIONE MARTEDÃŒ 7 MAGGIO 2019 ALLE ORE 18 VISITABILE FINO AL 9 GIUGNO

    MOSTRA DI FOTOGRAFIA D’ARTE DI GIANNI STRIZZOLO “IL FRIULI TRA GHIACCIO E NEVE“ INAUGURAZIONE MARTEDÃŒ 7 MAGGIO 2019 ALLE ORE 18 VISITABILE FINO AL 9 GIUGNO

    MOSTRA DI FOTOGRAFIA D'ARTE DI GIANNI STRIZZOLO “IL FRIULI TRA GHIACCIO E NEVE“ INAUGURAZIONE MARTEDÃŒ 7 MAGGIO 2019 ALLE ORE 18 VISITABILE FINO AL 9 GIUGNO

    MOSTRA DI FOTOGRAFIA D’ARTE DI GIANNI STRIZZOLO “IL FRIULI TRA GHIACCIO E NEVE“ INAUGURAZIONE MARTEDÃŒ 7 MAGGIO 2019 ALLE ORE 18 VISITABILE FINO AL 9 GIUGNO

    Perche’ la fotografia, si interroga Gianni Strizzolo, mentre produce con entusiasmo e vitalità immagini.

    Per ricordare, si risponde e ci risponde, per fermare la realtà vittima di una fuggevolezza e di un effimero insopprimibile. La fuga delle cose davanti a noi, l’affievolirsi delle memorie, il diluirsi delle forme, la bussola impazzita, direbbe Eugenio Montale, l’impossibile sogno dell’eterna giovinezza, il filo che s’addipana. Ne tengo ancora un capo…e tu non ricordi la casa dei doganieri…

    Per Strizzolo questo bianconero non è la Liguria, ma il Friuli dei ghiacci che si accendono di notte di un biancore luminescente, o il buio della sera invernale,le nere trame che solcano il monte senza luce.

    E nel contrasto tra luce e non luce, tra vita e non vita, si svolge questa produzione e anche questa mostra, palpitante, come la precedente, dolorosa persino, tra schegge di indefinito e rimandi alla pittura dell’astrattismo.

    Gianni Strizzolo cronista, giornalista, qui cede il passo all’artista carico di simboli e di sospiri interiori, quelli che la tecnologia non sa e non puo’ nascondere, ma ci consegna con tutto l’oblio e la speranza che la luce al piu’ presto trionfi sul nostro tutto quotidiano

    Vito Sutto

    Siete  invitati martedì 7 maggio 2019 ore 18,00 a Udine in Via Aquileia, 49 per la presentazione della mostra, seguirà vin d’honneur, ricordo per chi non potrà esserci alla inaugurazione la mostra dura un mese.

  • Nuova Mostra di fotografia presso Photolife

    Mostra di fotografia il 7 maggio 2019

    Mostra di fotografia il 7 maggio 2019

    Mostra di fotografia il 7 maggio 2019

    Mostra di fotografia il 7 maggio 2019

    Mostra di fotografia il 7 maggio 2019

    Mostra di fotografia il 7 maggio 2019

    Mostra di fotografia il 7 maggio 2019

    Mostra di fotografia il 7 maggio 2019————————————————————————Perche’ la fotografia, si interroga Gianni Strizzolo, mentre produce con entusiasmo e vitalità immagini.
    Per ricordare, si risponde e ci risponde, per fermare la realtà vittima di una fuggevolezza e di un effimero insopprimibile. La fuga delle cose davanti a noi, l’affievolirsi delle memorie, il diluirsi delle forme, la bussola impazzita, direbbe Eugenio Montale, l’impossibile sogno dell’eterna giovinezza, il filo che s’addipana. Ne tengo ancora un capo…e tu non ricordi la casa dei doganieri…
    Per Strizzolo questo bianconero non è la Liguria, ma il Friuli dei ghiacci che si accendono di notte di un biancore luminescente, o il buio della sera invernale,le nere trame che solcano il monte senza luce.
    E nel contrasto tra luce e non luce, tra vita e non vita, si svolge questa produzione e anche questa mostra, palpitante, come la precedente, dolorosa persino, tra schegge di indefinito e rimandi alla pittura dell’astrattismo.
    Gianni Strizzolo cronista, giornalista, qui cede il passo all’artista carico di simboli e di sospiri interiori, quelli che la tecnologia non sa e non puo’ nascondere, ma ci consegna con tutto l’oblio e la speranza che la luce al piu’ presto trionfi sul nostro tutto quotidiano
    vito sutto